Raboso Piave ZIo Tino Le Rive

Vigneto eroico zio Tino Raboso Piave del 1875

Dal vigneto eroico dello zio Tino del 1875, sopravvissuto alla filossera e ai bombardamenti della Grande Guerra, siamo orgogliosi di aver prodotto quest’anno il Raboso del Piave di Zio Tino, in sole 500 bottiglie!

unnamed (2)

In un piccolo lembo di terreno sulle rive del fiume Negrisia si trova un monumento: il vigneto eroico di Raboso Piave dello zio Tino.

La famiglia Bonato con lo zio Tino hanno voluto preservare un patrimonio del nostro territorio, la coltivazione di tale vigneto vecchio di 150 anni, sopravvissuto alla filossera (malattia che ha decimato i vigneti di tutta Europa verso la fine dell’800) e porta con sé il ricordo dei bombardamenti avvenuti nel corso della Grande Guerra. La vecchiaia di queste viti si racconta tra i raggi del sole che attraversano i fori creati dal tempo sul robusto tronco della pianta.

A commemorare l’importanza di questo vigneto tornano alla memoria i ricordi di zio Tino con nostro padre Gino che da bambini hanno imparato la coltivazione delle viti proprio tra i germogli di queste piante, saldamente radicate alla terra, rappresentano la tenace volontà di chi coltiva e protegge con amore e passione.

Le perle nere, quando mature, vengono raccolte a mano, conservando la cultura di un tempo attraverso le generazioni per produrre Raboso Piave simbolo della caparbietà e sacrificio della famiglia Bonato.

Share this article

You May Also Like